disturbi dello sviluppo

Nuova residenza sanitaria per adolescenti e giovani

E’ in attivazione una nuova residenza sanitaria in provincia di Roma, realtà altamente innovativa dedicata a minori e giovani gestita dall’associazione di psicologia Tuberose

E’ ormai indiscusso nella letteratura internazionale come la forma più efficace di prevenzione per la psicopatologia grave e per i disturbi psichici sia l’intervento in età evolutiva. Spesso le condizioni sono tali che tale l’intervento non possa essere attuato nella famiglia di origine e il minore ed il giovane necessitano di un contesto protetto dove affidarsi all’intervento di specialisti e ricostituire quella solidità interna che possa permettergli di affrontare le sfide che la crescita e il mondo sociale  gli impongono.

A tal fine abbiamo pensato di dedicare uno spazio protetto residenziale a tutti quei minori e giovani che lo necessitano: per particolari condizioni di gravità del disturbi, per situazioni ambientali a rischio e per  provvedimenti disciplinari giudiziari.

Sarà perciò attiva nei prossimi mesi primaverili del 2017, la Residenza Tuberose,  a 20 minuti da Roma, con l’obiettivo di attuare interventi dedicati alla salute mentale in età evolutiva, attraverso la strutturazione di due percorsi distinti:

  1. un gruppo appartamento protetto per minori adolescenti di età compresa fra 13 e 18 anni, dove saranno presenti specialisti altamente formati per l’intervento in questa fascia di età (psicologo dello sviluppo, medico psichiatra esperto in psicoterapia in età adolescenziale, infermieri ed educatori). Attraverso una presa in carico globale del minore l’equipe interverrà per permettergli di riprendere un sano percorso di sviluppo laddove particolari condizioni cliniche ed ambientali lo hanno precocemente interrotto.
  2. interventi per giovani di età compresa fra 18 e 25 anni che possano affrontare un percorso terapeutico in un regime di semi-autonomia. La semi-autonomia ( come definita dalla legge regionale 41-2003) rappresenta uno spazio clinico di intervento residenziale con presenza programmata a fasce orarie dello psicologo, del medico psichiatra e del personale assistenziale. Tale percorso è pensato per quei giovani adulti con grave psicopatologia che hanno già affrontato un percorso in un regime comunitario o in una struttura intensiva e altamente strutturata e possono ora “spiccare il volo”, affrontare un graduale reinserimento sociale in un regime di semi-autonomia, seppur con necessità di proseguire le cure psichiatriche e psicoterapiche.

Pagina Facebook della struttura Residenza Tuberose

Dott.ssa Bernardini, responsabile

Associazione di psicologia Tuberose

 

error: Content is protected !!